La Cistite

cistite

Bruciore nell’ urinare, frequenza dello stimolo (spesso solo per poche gocce), dolore all’ addome e alla schiena: sono i fastidiosi sintomi della cistite, (infiammazione della vescica urinaria), sintomi  ben noti  soprattutto alle donne. La causa è l’infiammazione della mucosa che riveste l’interno della vescica, che può essere causata da allergie alimentari, ipersensibilità farmacologiche o chimiche , o da eccessive stimolazioni durante i rapporti sessuali.

Può esserne causa anche la candidosi oppure un’altra infezione batterica, spesso sostenuta da germi abitualmente presenti nell’intestino che si trasferiscono dall’ ano alle zone genitali e urinarie. I sintomi possono essere lievi o molto accentuati, talvolta spariscono dopo poche ore, altre volte proseguono per settimane. Molte persone soffrono di un solo attacco, altre di parecchi. In ogni caso specie se c’è sangue nelle urine è indispensabile la visita medica prima di cominciare qualsiasi terapia, sia naturale che convenzionale.

Gli uomini vengono colpiti dalla cistite molto raramente , in quanto i batteri dell’ano hanno più difficoltà, per via della conformazione fisica, a risalire le vie urinarie e raggiungere la vescica. In caso di cistite, i  medici consigliano il riposo e danno molta importanza al bere molti liquidi . Essi trattano la cistite prescrivendo, quando necessario, antibiotici o disinfettanti delle vie urinarie.

PRIMO SOCCORSO PER LA CISTITE
Spesso si possono ridurre gli attacchi agendo subito nel modo seguente:

Bere 600 ml di acqua o tisana di malva a brevi intervalli, favorisce la diuresi e con essa l’eliminazione dei germi.

Usare la borsa dell’ acqua calda avvolta in un asciugamano può alleviare il dolore alla regione pelvica o alla zona lombare.

Inoltre prendere un cucchiaio da tè  di bicarbonato di sodio in un bicchiere d’acqua ogni 3 ore,  rende l’urina meno acida, blocca la riproduzione dei batteri e allevia il bruciore. ( non adatto a chi soffre di ipertensione o presenta problemi cardiaci )

Se il dolore è persistente, meglio prendere una o due pastiglie di analgesico (aspirina o paracetamolo).

Alcuni ritengono che le applicazioni di yogurt sull’area interessata, aiuti a fare proliferare i batteri “buoni” che possono aiutare a combattere i  germi patogeni.

Mettetevi sdraiati o su una sedia comoda , state al caldo e rilassatevi. Dopo tre ore l’attacco dovrebbe diminuire d’intensità; se invece persiste , consultare il medico.

Non mangiare agrumi o frutta acida, ed evitare cibo contenente aceto e proteine animali come uova, pesce carne e formaggio: questi cibi rendono l’urina più acida e dolorosa al passaggio.

Articoli che trattano l'argomento -

Inserisci un Commento


Basato su WordPress | Web Partner: Non Solo Nozze | Ricette Veloci