Lo sciroppo d’acero, benefici e proprietà

Sciroppo d'Acero

Lo sciroppo d’acero è un dolcificante naturale ottenuto dalla pianta dell’Acero da Zucchero (Acer Saccharum ) e in alcune quantità dall’Acero Nero e Acero Rosso, piante molto diffuse e utilizzate nel Nord America. Ecco quali sono le proprietà e i benefici di questo dolcificante naturale e come scegliere uno sciroppo d’acero di qualità.

Iniziamo con lo scoprire come è fatto lo sciroppo d’acero, dall’estrazione dalla pianta alla lavorazione finale e i relativi gradi di classificazione dello sciroppo.

Dalla pianta dell’ Acero viene estratta la linfa tramite dei fori praticati sulla corteccia dell’albero. Questa linfa, che contiene dal 1 al 4 % di saccarosio, è la “base” dello sciroppo d’acero, per avere un litro di succo d’acero occorrono circa 40 litri di linfa grezza, e questo giustifica anche il suo prezzo.  Ho virgolettato la parola base, per evidenziare che per ottenere il vero sciroppo d’acero, non serviranno aggiunte di altri prodotti, il succo finito definito sciroppo d’acero puro al 100% sarà ottenuto solo mediante il processo di evaporazione della linfa dell’acero. La lavorazione della linfa d’acero raccolta, prevede la bolllitura in un evaporatore fino a ottenere una concentrazione del succo vicina al 70% di zuccheri, solo questo procedimento di concentrazione mediante evaporazione permette di ottenere il puro sciroppo d’acero.


Questa è la base per come scegliere lo sciroppo d’acero migliore, sull’etichetta non devono risultare altri elementi al di fuori dello sciroppo d’acero e non devono essere utilizzati conservanti, coloranti, addensanti o zuccheri aggiunti.

Fino al 2013 lo sciroppo veniva classificato in gradi (A B C ) dal 2014 in categorie, ma queste si differenziano per il sapore e colore e limpidità dello sciroppo, che va dal più chiaro (gold ) passando al più ambrato (amber ) per finire ai prodotti più scuri (dark ed extra dark ), con sapori lievemente più delicati per i primi due e caratteri più decisi per i più scuri. La differenza di colorazione e sapore è unicamente data dal periodo di raccolta della linfa dell’acero, più chiara nei periodi freddi, più scura nei periodi caldi,  il tipo di lavorazione rimane lo stesso, solo l’veaporazione per bollitura senza nessun processo di raffinazione del prodotto o aggiunte di zuccheri.


La scelta del prodotto finale è dettata più che altro da gusti personali,  indipendentemente dai vari gradi che ne definiscono il colore e l’aroma, anche se lo sciroppo di grado A Gold, il più chiaro,  viene ritenuto più pregiato dato il colore raffinato e gusto leggero, ma c’è da considerare che nelle varietà più scure è stat rilevata una quantità maggiore di antiossidanti.

bottoglia di sciroppo d'aceroLo sciroppo d’acero può essere venduto in vari contenitori, ma è consigliato scegliere il vetro come elemento più naturale e che meglio si presta alla corretta conservazione dello sciroppo, una volta aperta la confezione è bene mantenerla in frigorifero per non variare le caratteristiche del prodotto e consumarlo entro un anno dall’apertura. Anche se alcuni sostengono che si può conservare in frigorifero fino a 3 anni è sempre meglio avere un prodotto abbastanza fresco.

Ma se il Succo d’Acero viene principalmente conosciuto come un potente dolcificante naturale poco calorico, (250 calorie in 100 gr.di prodotto) non dobbiamo dimenticare che nel corso degli anni sono stati verificati e  attribuiti notevoli proprietà benefiche per la presenza di numerosi elementi benefici tra cui i polifenoli. vediamo quali sono e come possiamo usare lo sciroppo.

Energizzante per gli sportivi

Il succo d’Acero è ricco di preziosi minerali come ferro, magnesio, potassio, calcio e vitamine del gruppo B. Viene molto consumato dagli sportivi per ritrovare energia e reintegrare i sali minerali dopo un intenso allenamento. Inoltre contiene acido malico, che contribuisce a svolgere un’azione defaticante e antidolorifica sui muscoli. Per ottenere una bevanda energizzante con lo sciroppo d’acero, basta diluirne due cucchiai di sciroppo d’acero in un litro di acqua, da bere durante o dopo l’attività sportiva. Potete anche visitare qualche forum di runner o sportivi per trovare  altre opinioni e ricette energizzanti con lo sciroppo d’acero.


Utile Per chi soffre di problemi gastrointestinali

Il succo d’acero ha proprietà emolienti  e anti infiammatorie, svolge un’azione protettiva per l’intestino e lo stomaco rendendo più elastica la mucosa gastrointestinale  e riducendone irritazioni e infiammazioni. Utile quindi per chi ha problemi di gastrite ma anche per combattere la stitichezza. Inoltre ha anche un’azione depurativa per il fegato.

Aiuta a perdere peso, bruciare i grassi e depurare l’organismo

Lo sciroppo d’acero aiuta ad accellerare il metabolismo e favorire la termogenesi, il processo che aumenta il consumo energetico del nostro corpo tramite il calore. Presenta proprietà diuretiche, drenanti e depurative. effetti che, se associati ad un corretto regime alimentare o una dieta equilibrata, sono validi alleati per dimagrire e controllare il peso corporeo.

Protegge dai radicali liberi e dall’invecchiamento cellulare

lo sciroppo d’acero è ricco di diverse sostanze antiosidanti in grado di contrastare l’invecchiamento cellulare e che alcuni studi ritengano essere anche anticangerogene. In tempi abbastanza recenti, alcuni ricercatori canadesi hanno scoperto nello sciroppo d’acero una nuova molecola, un composto fenolico che hanno chiamato Quebecol. Questi hanno stabilito che il Quebecol non è originariamente presente nella linfa dell’acero al momento dall’estrazione dall’albero, ma si presenta successivamente al processo di trasformazione della linfa in sciroppo d’acero.

Da primi studi di questa molecola, i ricercatori dell’Università di Laval (Canada ) hanno scoperto che il Quebecol aiuta a bloccare 2 importanti fattori che scatenano un’ infiammazione, e ha proprietà molto simili al tamoxifene, un medicinale usato per il trattamento di alcuni tumori, in particolare il carcinoma mammario, medicinale che può avere gravi effetti collaterali. mentre il Quebecol non ne dimostra alcuno. Inoltre hanno anche testato i precursori molecolari del Quebecol, compresi i suoi derivati ​​chimici, per capire di più su come la molecola agisce a livello molecolre e hanno scoperto che alcuni derivati ​​del Quebecol sono persino più efficaci del Quebecol stesso.


La scoperta del Quebecol apre la strada a successivi studi e sperimentazioni su agenti anti infiammatori naturali in  sostituzione di prodotti di sintesi, che si potranno usare in combinazione  a trattamenti chemioterapici,   sembra promettente ed efficace nel trattamento delle cellule tumorali del colon e del seno, in combinazione alla chemioterapia senza gli effetti collaterali negativi dei prodotti di sintesi.

Controindicazioni dello sciroppo d’acero

Non esistono particolari controindicazioni per l’uso dello sciroppo d’acero nelle dosi normali come dolcificante o come energizzante, l’importante, come per ogni cosa, di non abusarne e farne un uso corretto, in special per le persone che soffrono di diabete.

 


Vota il Post
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)
Loading...


You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento