Fumaria

Parte utilizzata: la parte aerea fiorita

La reputazione della Fumaria è molto antica e lo stesso Galien la raccomandava nelle ostruzioni del fegato e nella cura delle infezioni epatiche in generale. Uno dei suoi nomi comuni è “l’erba dell’itterizia” che traduce perfettamente l’impiego tradizionale della pianta. La sperimentazione scientifica moderna conferma le proprietà anfocoleretiche (regolarizzazione del flusso biliare) attribuite a questa spezia. Essa mostra anche un effetto benefico sui calcoli biliari, un’attività spasmolitica molto interessante nella cura dei problemi di digestione e un miglioramento dei sintomi generali associati alle disfunzioni epatiche (stanchezza, mancanza di appetito, emicrania).



Si usa per:
Digestione difficile (gonfiori addominali, mal di pancia)
Calcoli biliari
Stitichezza


You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply