La mia esperienza con l’Hilterapia

hilterapia

A causa di un problema ad un piede, precisamente un tendine infiammato, il tendine di achille ( infiammazione al tallone che alcuni chiamano tallonite )  dolore che si presenta la mattina appena metto piede per terra, decido di fare una visita dall’ortopedico, dove lo stesso mi diagnostica una fascite plantare, quindi una infiammazione della zona del piede.

Il dolore nasce da un colpo che ho preso sotto la pianta del piede a causa di un salto sbagliato..vabbè..inizialmente penso che con un po di riposo si sarebbe tutto rimesso a posto..beh  sbagliavo.

Con il tempo il dolore passa al polpaccio, per poi riperquotersi anche verso la zona del gluteo,  sento dolore alla gamba ed al polpaccio se sto seduto, forse a causa della postura errata nel camminare , o forse perche l’infiammazione ha camminato. Sento un’altro medico ed a differenza del primo mi diagnostica ” infiammazione del nervo sciatico ” forse dovuto a problemi alla schiena.

E come dice il detto ” non c’è due senza tre ” ecco che mi premuro a sentire il parere di un terzo medico, considerato che dopo due mesi di alti e bassi il problema non cambia, anzi sembra farsi sempre più complicato.  Anche questo è d’accordo per la fascite plantare, che ha infiammato il tendine di achille e con il tempo ha causato problermi alla gamba intera.

Come cura mi  prescrive un ciclo di fisioterapia, precisamente 10 sedute di Tecar terapia e 10 sedute di ultrasuoni. inizio a  fare sia la tecarterapia che ultrasuoni, ma dall’inizio non sento miglioramenti, anzi arrivati alla quarta seduta avverto adirittura dei peggioramenti.  Il fisioterapista mi dice che ci vuole tempo e consiglia di continuare e vedere se dalla sesta seduta ci saranno miglioramenti.

Bene , la situazione migliora leggermente, ma non in modo tale da potermi fidare ancora di spendere soldi e tempo per continuare per questa strada, quindi ne parlo con il fisioterapista.  Questo mi dice che dalla settima seduta proveremo a fare della Hilterapia, ( raggio Hilt pulsato ) una terapia brevettata abbastanza recente che sfrutta la tecnologia laser, ma che concentra il fascio laser in modo differente dalla comune  laserterapia, e che quindi agisce più in profondità.

Non conoscendo questa nuova macchina, cerco di informarmi su qualche forum, se la Hilt terapia funziona o meno, ma in molti pur avendola sentita non l’hanno mai provata sulla loro pelle e quindi non sanno dare consiglio.

A questo punto accetto e vado a fiducia del fisioterapista, che mi pratica nella stessa seduta, un trattamento con l’ Hilterapia, un trattamento Tecar e un trattamento ultrasuoni.  Con mio grande stupore il giorno successivo sento un notevole miglioramento, anche se avverto qualche leggero dolorino non mi prendono più i crampi alla gamba e posso stare seduto tranquillamentee camminare senza problemi anzichè zoppicare.

Non so se è stata solo la Hilterapia ad abbassarmi il dolore sicuramente anche la tecar e gli ultrasuoni hanno fatto la loro parte, quindi con il fisioterpista decidiamo di proseguire per questa strada, i 3 trattamenti rimanenti insieme per altre 2 sedute.  Fortunatamente al termine delle sedute il problema si è risolto e spero che per il futuro sia solo un brutto ricordo.

Articoli che trattano l'argomento -

un commento a “La mia esperienza con l’Hilterapia”

  1. Luca Wang scrive:

    Ciao mi chiamo Luca Wang nel 2013 mi anno investito una machina in retromarcia
    Trauma da schiaciamento machina piede destro

    Infiamazione tendine talone dachille e legamenti fascia plantare

    Ho fatto 15 sedute di teka. E 15 di laser terapia

    Ma ho trovato un picolo miglioramento ma nn mi ha levato il problema e più di un anno che il problema persiste

    Ho letto um po’ sul vostro sito e qualche mio amico mi ha consigliato la hilt terapia e ultrasunoni

    Questi giorni cercherò di provarla spero che funzioni

    Un vostro consiglio mi servirebbe graZie

Inserisci un Commento


Basato su WordPress | Web Partner: Non Solo Nozze | Ricette Veloci