La Stitichezza nel neonato

Problemi di stitichezza dei bambini neonati

Oggi sono andata a  trovare una mia amica che non vedo da un po di tempo, ha partorito da circa un mese e per questo tempo ho pensato di lasciarla un po  tranquilla insieme al suo bimbo, ma dopo un mese una visita era d’obbligo, anche per vedere come và la neo mamma e come cresce  il suo bimbo.

Tutto bene fortunatamente, il piccolo mangia e dorme, cresce regolarmente. Ma la mia amica mi dice che un piccolo problema si sta presentando, da qualche giorno il bimbo non fa la cacca, o meglio ci prova ma è talmente dura che fa fatica e piange… lei si sta un po preoccupando, in quanto prima la faceva tutti i giorni, più volte al giorno…


Mhh..mi viene da pensare al mio Chris, quando aveva pochi mesi ha sofferto di un problema del genere, la stitichezza, e dopo aver penato non so quanto fortunatamente siamo riusciti a trovare la soluzione.

Le chiedo se il bimbo viene allattato al seno, lei mi risponde che si, lo allatta al seno  ma deve fare una agguinta  di latte artificiale perché lei di latte da qualche giorno ne   ha di meno, o meglio…il latte è sempre quello, ma il bimbo crescendo aumenta la sua richiesta e quindi quello che gli bastava qualche giorno prima ora non gli basta più e per questo deve fare una aggiunta di latte artificiale preparato nel biberon.

Le dico che anche il mio Chris, quando era piccolo di qualche mese, ha sofferto dello stesso problema di stitichezza, non riusciva  a fare la cacca perché era molto dura, si lamentava e si sforzava parecchio riuscendo solo a fare qualche “pallina” di cacca, ma poi fortunatamente siamo riusciti a superare il problema che, secondo una pediatra da me al tempo interpellata, era da imputare al fatto che il bambino veniva alimentato con il  latte artificiale, o meglio con un tipo di latte artificiale al quale mancava alcuni tipi di zuccheri.


La pediatra diceva che si poteva parlare di stitichezza se il bambino non riesce a fare la cacca da solo entro 3 giorni benchè si sforzi in continuazione, e presenta feci molto dure e secche, a palline come le pecore.  Il neonato alimentato al seno di solito non e’ affetto da questo  problema della  stitichezza perché il latte materno di cui si nutre, fa sì che le feci siano sempre morbide, cremose, idratate ricche di acqua.

Di solito il problema della stitichezza nel neonato viene sofferto dai bambini che sono allattati al biberon con latte artificiale, a causa del basso contenuto di lattosio.  Il lattosio ( uno zucchero presente in circa il 5% nel latte materno ) è un ottimo regolatore dell’intestino, ed è infatti più o meno presente nel latte artificale, nel mio ne era in dosi molto basse.


Dovevo quindi controllare il tipo di latte artificiale che usavo ( vedere la quantità di lattosio presente, alcuni tipi di latte artificiale sono del tutto privi di lattosio per pevenire casi di allergie e coliche nel neonato ) e nel caso cambiare con un tipo contenente più lattosio, ( ma più lattosio potrebbe far aumentare i dolori al pancino del piccolo) oppure usare dei prodotti  tipo un integratore da aggiungere alla poppata per dare un apporto di elementi che aiutano ad ammorbidire la cacca del neonato, come il Nidex di Nestlè, che non è un medicinale, ma una maltodestrina , ovvero un carboidrato ottenuto tramite idrolisi di amidi. Le maltodestrine così create sono costituite da molecole di glucosio.

In effetti aggiungendo il Nidex al latte del mio Chris ho risolto il problema, definitivamente eliminato poi con l’avvio dello svezzamento e quindi con l’introduzione di una dieta molto varia con cereali, frutta e verdura e naturalmente molti  liquidi.

La mia amica,  dopo che ne ha parlato con la pediatra, ha iniziato ad aggiungere il nidex al latte della poppata, un misurino ogni 100ml di latte,  ed anche lei ha risolto il problema della stitichezza del suo bambino.


Vota il Post
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)
Loading...


You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento