l’Ippocastano: la pianta per le emorroidi

Parte utilizzata della pianta: la corteccia
Contrariamente a ciò che può lasciar supporre il suo nome, l’ippocastano o castagno d’India, è originario dei Balcani ed è stato introdotto in Europa nel  XVII  secolo. Le sostanze che hanno proprietà terapeutiche sono contenute nella corteccia , fa le altre vi è l ‘esculoside, attivo sul tono venoso grazie all’effetto della vitamina P in essa contenuta.



Questa attività aumenta la resistenza dei capillari sanguigni diminuendone la permeabilità. I flavonoidi presenti, con la loro azione antinfiammatoria e vasocostrittrice, aiutano a migliorae la circolazione sanguigna e alleviano i dolori delle crisi emorroidali.

Gli effetti sinergici di questi elementi sono particolarmente evidenti nella cura dei sintomi legati all’insufficienza venosa (gambe pesanti e dolenti), nella crisi emorroidali, così come i presenza di ecchimosi o di varici, segni di fragilità capillare.

Si usa per: varici – emorroidi – fragilità capillare – couperose – gambe pesanti.


You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Leave a Reply