Come migliorare e stimolare l’equilibrio

Stimolare l’equilibrio

Rinunci ai tacchi perché, quando cammini, ti senti barcollare. E poi ti vedi sempre un po’ curva. E’ un problema di postura, legato al funzionamento del labirinto. Ma si può migliorare.

Invidi le modelle che avanzano disinvolte sui tacchi a pillo. Tu, invece, inciampi con un tacco di tre centimetri e, quando ti guardi davanti allo specchio, non riesci a stare bella diritta. Tutta colpa dell’equilibrio. Ma niente paura, questa capacità del nostro corpo può essere migliorata: ecco come.

I MOVIMENTI CHE STIMOLANO IL LABIRINTO

Gli esercizi che trovi illustrati ti aiutano a stimolare le reazioni dell’organo che controlla il senso dell’equilibrio. Sono movimenti che non fai normalmente, come per esempio camminare in punta di piedi, con gli occhi chiusi o lungo una linea immaginaria. In più, ti servono per allenare i muscoli delle cosce e del polpaccio. Anche i glutei e gli addominali si contraggono quando devi mantenere le posizioni. Falli tre volte alla settimana, meglio se al mattino: così migliori la postura, risvegli la circolazione e ti prepari ad affrontare la giornata.

FUNZIONA COSI’
Quando stai in piedi, cammini o ti alzi della sedia, usi il senso dell’equilibrio, cioè la capacità del nostro corpo di mantenere la posizione eretta e di muoversi nello spazio.
E’ controllato da un organo, il labirinto, ma anche dalla vista e dalla “propriocezione spinale”. Il labirinto si trova nell’orecchio e porta al cervello tutte le informazioni necessarie per “coordinare” i movimenti di testa, gambe e braccia.
Quando il labirinto non funziona bene ci dà una mano la vista, che aiuta a camminare senza “sbandare”.
La propriocezione spinale parte dalla base del collo ed è collegata ai tendini, ai muscoli e alle articolazioni. Normalmente invia informazioni al cervello per controllare il tono muscolare. Quando hai problemi di equilibrio interviene per dare una mano: ti aiuta a stare ferma o a muoverti senza cadere.

ESERCIZI
Per migliorare la postura e allenare le gambe

1 ) Sollevati sulle punte con i piedi uniti. Distendi le braccia di lato e fissa un punto di fronte a te. Non irrigidire le spalle e non tirare con le braccia; contrai invece i muscoli delle cosce e dei glutei: ti dà stabilità .Mantieni la posizione per 10 secondi. Poi chiudi gli occhi e rimani cosi’ per altri 10 secondi. Poi rilassati, appoggiando i talloni a terra e ripeti per 5 volte.

2) Cammina sulle punte per minuti, portando un piede davanti all’altro. Tieni le braccia distese di lato e non irrigidire il collo.

3) Con le gambe divaricate quanto la larghezza delle spalle, solleva le punte e sposta il peso del corpo sui talloni. Mantieni per 5 secondi.

4) Cammina per 5 minuti portando la punta di un piede contro il tallone dell’altro. Se ti concentri , puoi farlo anche con gli occhi chiusi.

5)Con il piede destro in avanti e a terra, piega le ginocchia e solleva il tallone sinistro. Rimani 15 secondi, poi ripeti 20 volte per gamba.

6) In piedi, le gambe unite, solleva la destra piegando il ginocchio. Apri le braccia di lato, portale all’altezza delle spalle e fissa un punto davanti a te: ti aiuta a mantenere la posizione. Contrai gli addominali e rimani cosi’ per 10 secondi, senza dondolare la parte superiore del corpo. Poi appoggia il piede a terra e ripeti per 20 volte, alternando le gambe.

7) Mettiti a terra in posizione carponi. Solleva e distendi indietro la gamba destra e contemporaneamente allunga in avanti il braccio sinistro. Contrai i glutei, per non abbassare la gamba , e gli addominali, per non inarcare la schiena. Poi ripeti con la sinistra e il braccio destro.

8) A piedi nudi e uniti chiudi gli occhi. Rilassa le spalle e abbandona le braccia ai lati. Rimani cosi’ per qualche minuto, concentrandoti per “sentire” qual è la posizione del tuo corpo. Cerca di non dondolare in avanti o di lato. Per evitarlo allarga bene la pianta del piede, appoggiando a terra anche le dita. Lasciati andare , concentrandoti sul ritmo del respiro.

Articoli che trattano l'argomento Inserisci un commento all'articolo

un commento a “Come migliorare e stimolare l’equilibrio”

  1. Jin scrive:

    Io vi amo! Questi esercizi sono meravigliosi e, avendo un bel po’ di problemi di equilibrio, mi fanno davvero comodo! Grazie mille

Inserisci un Commento


Basato su WordPress | Web Partner: Non Solo Nozze | Ricette Veloci